libri e musica

Recensione del libro - Leave of Absence

Novembre 2020

Recensione del libro - Leave of Absence


Tanya J. Peterson's Congedo è una storia di due persone che soffrono immensamente di problemi mentali, ma attraverso l'amicizia reciproca sono in grado di affrontare le loro paure e accettare lentamente la speranza di un nuovo inizio. Oliver subisce un'enorme perdita e, trovando insopportabile continuare a vivere, tenta di togliersi la vita. Finisce in un centro comportamentale contro la sua volontà e si ritrova a scaldarsi con Penelope, una paziente unica a modo suo, che soffre di schizofrenia. Questi due amici, ognuno in lotta con i propri demoni, si allungano l'uno verso l'altro nel tentativo di tenere l'altro sopra l'acqua e farli andare avanti. Penelope tenta di convincere Oliver che la sua vita merita di essere mantenuta, e Oliver e William, il fidanzato di Penelope, tentano di convincerla che vale la pena amare e vale la pena salvare la sua relazione con William.

Il romanzo è un romanzo molto profondo, sentito e toccante sull'amicizia, l'amore, la perdita, la malattia mentale e, soprattutto, il significato della connessione umana. È davvero straziante apprendere cosa la malattia mentale può fare alla mente, al corpo, all'autostima, ai principi e praticamente a tutto ciò che ha a che fare con una persona. Questo libro ci offre uno spaccato di ciò che accade in un centro comportamentale, il costante supporto disponibile per questi pazienti (dai tecnici alle infermiere ai medici), la vera natura della schizofrenia, l'isolamento che questi pazienti sentono mentre sentono sono afflitti da questa malattia e evitati da tutti coloro che li circondano, con poco o nessun supporto. Rivela l'amara verità su come agiamo nei confronti delle persone con problemi mentali - come se le trattassimo normalmente, avremmo anche la loro malattia.

Il romanzo tocca anche la perdita e ciò che il dolore può fare alla psiche e al corpo esterno di una persona. Perdere qualcuno che amiamo è una cosa orribile, e non solo Oliver perde le persone che amava, ma si incolpa anche per questo. Questa emozione aggiuntiva è pericolosa e, poiché non è in grado di piangere e piangere correttamente, non è in grado di superare quel fatidico giorno in cui li ha persi. È gravemente tormentato da incubi e manifestazioni fisiche dei suoi processi di pensiero che gli sembrano reali. Con l'aiuto del suo nuovo amico Penelope, è in grado di iniziare il suo viaggio verso la guarigione.

Applaudo vivamente Peterson per un lavoro così brillante. È scritto magnificamente - parole forti che descrivono, ritraggono, esaminano e, soprattutto, mostrare tutto sui temi che devono essere visti e compresi dal lettore. Contiene un linguaggio volgare ma non apertamente, e alcune descrizioni sono solo lievemente cruente in termini di immagini di sangue e spari che mi vengono in mente. L'unica cosa che ho trovato leggermente confuso era il titolo; Ho pensato che il titolo fosse forse un po 'troppo semplice vista la profondità dei temi del romanzo.

Nel complesso, è sicuramente una delle migliori letture che ho letto da molto tempo, e lo consiglio vivamente ai lettori di qualsiasi genere che semplicemente amano leggere, sia solo per scopi di intrattenimento o per di più.

VALUTAZIONE GENERALE: 9/10
LINGUA COARSE: bassa
VIOLENZA: bassa
CONTENUTO SESSUALE: nessuno

*** Mi è stata data una copia di questo romanzo dall'editore, in cambio di una recensione onesta.

Congedo su Amazon

The Artist is Absent: Davey Wreden and The Beginner's Guide (Novembre 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Book Review - Leave of Absence, Literary Fiction, Tanya J. Peterson, ije kanu, ije, kanu, congedo per assenza, schizofrenia, perdita, malattie mentali, psicologia, problemi mentali, centro comportamentale, psichiatria, inchiostro, Ije Yvonne