Casa & Giardino

Una breve storia della rosa

Dicembre 2020

Una breve storia della rosa


Le rose oggi sembrano molto banali. Tutti ne hanno sentito parlare o conoscono qualcuno che li ha cresciuti. Raramente consideriamo come diventano così diffusi in tutto il mondo. Come sono state originariamente coltivate le rose e perché sono arrivate nel mondo moderno con così tante varietà diverse? Di seguito una breve storia della rosa. Ci è voluto un percorso molto lungo, strano e interessante per arrivare dove si trova oggi.

Molte persone non si rendono conto che le rose che conosciamo oggi hanno avuto origine principalmente in Asia. Inizialmente non erano coltivate come piante ornamentali, ma come piante medicinali. Le rose venivano usate per trattare una varietà di disturbi. In alcuni paesi asiatici si possono ancora trovare farmaci a base di pianta di rose. Intorno al XVI secolo le rose iniziarono ad essere esportate dalla Cina da navi europee che esploravano l'Asia. L'Europa e le Americhe avevano delle rose, ma erano principalmente selvagge. C'era poca selezione di colori, la maggior parte era come un arbusto e non fiorivano più di una volta all'anno. Le rose importate dall'Asia erano di maggiore qualità, varietà e molte offrivano ripetute fioriture. La gioia di curare le piante che fioriscono durante la stagione di crescita ha fatto sì che il roseto prendesse piede come hobby in tutto il mondo in via di sviluppo.

Prima che le nuove varietà fossero portate dagli asiatici europei fin dai romani coltivavano rose, ma erano del tipo "vecchio mondo". La linea di demarcazione tra le "rose del vecchio mondo" e le "moderne" rose da tè ibride è considerata intorno al 1867. Dall'Impero romano fino al 1867 le rose crebbero e diminuirono in popolarità in tutto il mondo. Spesso solo il giardinaggio nei monasteri manteneva le rose esistenti durante i periodi di declino. La coltivazione della rosa decollò di nuovo in Francia durante il 1800, quando l'imperatrice Giuseppina incoraggiò l'esplorazione e l'ulteriore sviluppo del roseto.

L'imperatrice Giuseppina era la moglie di Napoleone Bonaparte. Ha risieduto al castello di Malmaison dopo essere diventata imperatrice di Francia ed era estremamente interessata a tutti gli aspetti del roseto. Josephine decise non solo di coltivare rose, ma di portare ogni singola varietà di rose esistente nel giardino del castello. Ha lavorato con molti importanti botanici e appassionati di rose all'inizio del 1800 per portare le rose del mondo in Francia.

Le rose si ibridano molto facilmente. In molti modi questo fa parte di ciò che può rendere emozionante il roseto. Non esiste una dimensione o un colore di rosaio o rosa rampicante che non può essere trovato. Tuttavia, l'incrocio e la creazione di nuove piante ha causato nel tempo un declino della resistenza alle malattie. Ecco perché è fondamentale cercare di trovare varietà di rose resistenti alle malattie per il tuo giardino.

Le rose hanno davvero fatto molta strada. Fondamentalmente sono sempre stati in giro in un genere o in un altro. In un certo senso, il roseto può farti sentire in contatto con quelli nel corso della storia. La prossima volta che esci dalla potatura, pensa ai romani che curano i loro giardini sotto l'antico sole o Josephine Bonaparte nel suo enorme roseto circondato da oltre duecentocinquanta splendide varietà di rose. Naturalmente aveva un intero staff per aiutare la sua potatura!


Martha Stewart per 1-800-Flowers.com

La rosa orgogliosa | Storie Per Bambini | Fiabe Italiane (Dicembre 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Una breve storia di rose, rose, beneficenza Armstrong, storia di rose, rose medicinali, rose importate dall'Asia, rose romane coltivate, rose di Josephine Bonaparte, giardino del castello di Malmaison, una breve storia di rose