Carrie Fisher One Woman Show debutta il 12 dicembre


"Se la mia vita non fosse divertente sarebbe solo vero ... e questo è assolutamente inaccettabile". - Carrie Fisher

WISHFUL DRINKING, la produzione teatrale di successo di Carrie Fisher dell'inebriante racconto autobiografico della sua vita, arriva su HBO come documentario di lunga durata. Debutto DOMENICA, DEC. 12 (9: 00-10: 30 ET / PT), lo speciale combina filmati d'archivio con la sua esibizione sul palco con una donna, che è stata registrata a giugno prima di un pubblico dal vivo.

Altre date di gioco della HBO: 14 dicembre (23:15), 16 (21:30), 22 (12:30), 24 (3:15) e 28 (1:00)
Date della HBO2: 18 dicembre (11:30), 26 (16:30) e 29 (20:00)

Attrice, sceneggiatrice e autrice di successo ("Postcards from the Edge", "The Best Awful" e "Wishful Drinking"), Carrie Fisher è la figlia del defunto cantante Eddie Fisher e dell'attrice Debbie Reynolds, conosciuta come "America's Sweethearts" in fine anni '50. È diventata un'icona culturale all'età di 19 anni dopo essere stata la Principessa Leia nella prima trilogia di "Star Wars" negli anni '70. Nonostante sia cresciuto con la "regalità di Hollywood" e abbia sperimentato la sua fama iniziale, la vita di Fisher ha avuto le sue sfide, come rivela in questo racconto esaltante e rassicurante. Combinando arguzia ironica e fatti crudi, WISHFUL DRINKING rivela la sua inclinazione esilarante sul lato non così scintillante di essere una celebrità. È uno spettacolo in cui sta girando intorno allo scarico cantando.

Dalla celebrità al divorzio, dal matrimonio alla morte di un caro amico, dalla dipendenza da malattie mentali, Fisher racconta le sue vette e le sue valli con immutabile candore e umorismo pungente, riferendosi alla celebrità semplicemente come "l'oscurità che anticipa il suo tempo".

In WISHFUL DRINKING, Fisher espone in dettaglio il suo complicato, ma eclettico, albero genealogico esteso in Hollywood Inbreeding 101, impiegando una lavagna e un puntatore di legno. L'affare molto pubblico di suo padre Eddie Fisher con Elizabeth Taylor pose fine a quello che era stato percepito e celebrato come un "matrimonio da favola", e lei e suo fratello Todd in seguito videro sia la stella luminosa che una volta bianca e calda della celebrità di sua madre che suo padre diventare lentamente fioca, fredda e svanire. " Nel 1973, su sollecitazione di sua madre, la diciassettenne Fisher si iscrisse alla Central School of Speech and Drama di Londra; due anni dopo, la sua vita è cambiata per sempre quando ha indossato un abito bianco nei panni della Principessa Leia in "Star Wars" di George Lucas.

Oltre a renderla una star, il film ha portato l'immagine di Fisher ad essere commercializzata come parte del franchise di "Star Wars" negli ultimi 30 anni. Tra gli oggetti che ha adornato ci sono bambole, shampoo, sapone, la signora Potato Head e un distributore di PEZ. Fisher nota esilarante che tra i suoi numerosi averi, Lucas possiede la sua somiglianza, "quindi ogni volta che mi guardo allo specchio, devo inviargli un paio di dollari."

A parte la tensione per l'alta visibilità di recitare in una delle trilogie più amate di tutti i tempi, Fisher ha continuato ad affrontare più della sua parte di sfide. Con straordinario candore, discute la sua successiva diagnosi bipolare e la decisione che cambia la vita di avere la terapia di shock elettrico (ECT).

Oltre alla prima trilogia di "Star Wars", i numerosi film di Carrie Fisher includono "Shampoo" del 1975, il suo debutto cinematografico, e in seguito film come "Hannah and Her Sisters", "When Harry Met Sally", "The Blues Brothers, "" Austin Powers: International Man of Mystery "e" The 'Burbs ". Tra le sue apparizioni TV ci sono "30 Rock", "Family Guy" e la serie della HBO "Sex and the City" e "Entourage".

Fisher è anche uno sceneggiatore e autore di best seller. I suoi romanzi, "Postcards from the Edge", "Surrender the Pink", "Delusions of Grandma" e "The Best Awful", sono stati tutti acclamati dalla critica, con "Postcards from the Edge" adattato per un film candidato all'Oscar lo stesso nome con Meryl Streep e Shirley MacLaine. Il suo libro di memorie "Wishful Drinking", tratto dallo spettacolo teatrale, è stato pubblicato nel 2008 da Simon & Schuster, che pubblicherà anche il romanzo di Fisher "Shockaholic" nel 2011.

L'esibizione teatrale per una sola donna di Fisher "Wishful Drinking" è stata registrata per lo speciale della HBO presso il South Orange Performing Arts Center (SOPAC) a South Orange, New Jersey. La commedia è stata inaugurata a Los Angeles nel 2006 ed è stata prodotta a Broadway nel 2009 dalla Roundabout Theatre Company in associazione con Jonathan Reinis, Jamie Cesa, Eva Price e il Berkeley Repertory Theatre. "Wishful Drinking" è attualmente in tournée in Australia e continuerà a viaggiare per selezionare città fino alla fine del 2010 e fino al 2011.

Excerpts from Carrie Fisher's "Wishful Drinking" (Luglio 2021)



Modifiche Dell'Articolo: Carrie Fisher One Woman Show debutta il 12 dicembre, Notizie di intrattenimento, Carrie Fisher, Bere desiderio, spettacolo per una donna, Eddie Fisher, Debbie Reynolds, Princess Leia, Star Wars, Elizabeth Taylor, HBO, Family Guy, Entourage, Austin Powers, The Burbs , produttore, scrittore, Shampoo