religione e spiritualità

Festeggiamenti e origini del Natale

Novembre 2020

Festeggiamenti e origini del Natale


Bene. Eccoci ad un'altra stagione delle vacanze. Se non fai parte della folla secolare, potresti chiederti come agnostici e atei celebrano la festa "religiosa" del Natale o se addirittura festeggiano. Alcuni lo fanno e altri no. Alcuni di noi festeggiano perché è tradizione, sia famiglia che paese. Alcuni di noi festeggiano per "adattarsi". Alcuni di noi lo fanno perché comprendiamo la storia della provenienza di queste vacanze e pertanto si adattano alle nostre "credenze". Tuttavia, alcuni si rifiutano di celebrarlo affatto a causa della connotazione religiosa associata a queste festività e di un background religioso che ritengono sia stato forzato su di loro quando erano bambini. Per loro, il Natale riporta questi sentimenti che non avrebbero più provato. Qualunque sia la ragione, potrebbero non divertirsi.

Per quelli di voi che non conoscono la storia del Natale, ecco una breve panoramica. Nel corso dei secoli, il Natale è diventato una miscela di tradizioni pagane e cristiane. Diversi paesi hanno celebrato il solstizio d'inverno in modi diversi e per motivi diversi. Ad esempio, a Roma, hanno onorato Saturno, il Dio dell'agricoltura. Questa volta è stato celebrato con molte feste ed è anche il luogo in cui ha avuto origine il canto. Nel Nord Europa, accenderebbero una candela affinché Mitra, il Dio Sole, riappaia l'anno successivo. Hanno anche bruciato tronchi di Yule e baciato sotto il vischio per la fertilità. Nell'antica Babilonia, doveva onorare il Figlio di Iside scambiando doni, mangiando e bevendo in eccesso. L'unica tradizione che tutti sembrano condividere è l'albero di Natale, sebbene questo abbia assunto varie forme a seconda del paese, della religione e della tradizione. Con alcune tradizioni, i celebranti hanno portato i rami solo nelle loro case mentre alcuni hanno decorato alberi vivi all'esterno.

Come è nata questa miscela di paganesimo e cristianesimo? La maggior parte degli storici concorda sul fatto che Gesù non è nato da nessuna parte vicino al 25 dicembre e che molto probabilmente è nato a settembre. Ma sembra che la data di nascita di Gesù fosse irrilevante per papa Giulio I, che nel 350 volle convertire molti dei pagani romani in cristianesimo. Celebrando la nascita di Gesù con il conforto invernale, fu in grado di rendere felici i romani e rendere più facile l'accettazione della loro conversione poiché erano ancora in grado di "mangiare, bere ed essere allegri".

Buon solstizio d'inverno!

YULE - Il Solstizio D'Inverno e le Vere Origini del Natale || Sabbat - Feste Pagane (Novembre 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Festeggiamenti e origini del Natale, ateo, agnostico, natale, ateismo, agnosticismo, vacanze, pagano, origini

Gatchaman

Gatchaman

tv e film