religione e spiritualità

Il concetto di male nella fede bahá'í

Settembre 2020

Il concetto di male nella fede bahá'í


I bahá'í credono in un solo Creatore, con qualunque nome venga usato, e quindi non hanno una divinità distruttiva uguale ma opposta. Uno "... spirito malvagio, Satana o qualunque cosa sia interpretata come malvagia, si riferisce alla natura inferiore dell'uomo. ... Dio non ha mai creato uno spirito malvagio; tutte queste idee e nomenclature sono simboli che esprimono la mera natura umana o terrena di uomo." - Luci di orientamento, p. 512)

In altre parole, "Il diavolo me l'ha fatto fare", non funzionerà per i seguaci di Bahá'u'lláh. Ogni adulto è quindi responsabile, non solo verso Dio, ma anche verso la comunità, per le proprie azioni. Imparare a controllare e fare un uso efficiente della natura umana di base, mentre si sviluppa la natura superiore, lo spirito, è lo scopo di questa vita.

Ciò non significa che gli insegnamenti bahá'í non affrontino il problema del male, ma la definizione è in termini comportamentali. "Sappiamo che l'assenza di luce è oscurità, ma nessuno affermerebbe che l'oscurità non era un fatto. Esiste anche se è solo l'assenza di qualcos'altro. Quindi esiste anche il male, e non possiamo chiuderci gli occhi, anche se è un'esistenza negativa. Dobbiamo cercare di soppiantarlo per bene ... "- ibid

La Fede bahá'í nega categoricamente qualsiasi personificazione del male: "Per quanto riguarda la questione degli spiriti maligni, demoni e mostri, qualsiasi riferimento fatto loro nei libri sacri ha un significato simbolico. Ciò che è attualmente noto al pubblico è solo pura superstizione. " E inoltre, "Per quanto riguarda la tua domanda riguardante gli spiriti maligni e la loro influenza sulle anime, ... ciò che viene generalmente chiamato spirito malvagio è una creazione puramente immaginaria e non ha alcuna realtà. Ma per quanto riguarda il male, non vi è alcun dubbio che esso eserciti un'influenza molto forte sia in questo mondo che nel prossimo ". ibid

'Abdu'l-Bahá, figlio del fondatore Bahá'u'lláh, ha trascorso gran parte della sua vita a rispondere a domande sugli insegnamenti di suo Padre. Diede molto tempo all'analisi del problema del male. I suoi discorsi sono stati raccolti in diversi libri, tra cui Paris Talks, che è stato recensito qui e Alcune domande con risposta, che è disponibile gratuitamente per la lettura online in diversi luoghi, tra cui la Biblioteca di riferimento bahá'í. I collegamenti si trovano in Risorse Web in Soggetti, a sinistra degli articoli in evidenza nella home page di bahai.elementsofstyleatl.com.

Secondo gli insegnamenti bahá'í, a questo punto dello sviluppo umano, non è necessaria una fonte esterna di cattivi comportamenti per focalizzare l'attenzione sull'essere buoni. Anche se un genitore incoraggia gradualmente il processo decisionale indipendente mentre un bambino cresce nelle capacità e nella comprensione, così Dio parla alla mente razionale degli esseri creati al livello più adatto ai tempi. Bahá'u'lláh ha detto che il tempo della maturità umana è ora, e l'attuale tumulto e la confusione nel mondo sono tipici dell'adolescenza, dell'insistenza della natura umana inferiore, non dei suggerimenti di una divinità malvagia.

La fede Bahà'í (Settembre 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Il concetto di male nella fede bahá'í, Baha'i, fede bahá'í, Bahá'u'lláh, male, Satana, Dio