Stato attuale delle relazioni razziali in America


Sebbene abbiamo un afroamericano che guida il mondo libero, che impatto ha avuto per le relazioni razziali in America? In tutte le nazioni vediamo persone che guardano al presidente Obama con speranza nei loro occhi e nelle loro voci. Molti ritengono che porti un certo temperamento nel mondo politico che non si vede da molto tempo. Che tu sia d'accordo con lui o meno, il comportamento del presidente Obama gli ha guadagnato il rispetto e la fiducia di molti che altrimenti sarebbero contrari a lui. E ha portato uno spirito di rinnovata speranza.

Ma che dire qui in America? Quanto è andata bene la comunità nera con un presidente nero? Molti diranno che nulla è cambiato. Altri dicono che li ha cambiati personalmente; dando un nuovo senso di possibilità. Mentre molti altri dicono che le cose sono peggiorate.

C'è sempre stata una linea, invisibile ad alcuni, di cui molti neri sono a conoscenza. È una linea di aspettative stabilite da altri. È quella linea che continuerà a seguire una persona di colore mentre si trova in un negozio di abbigliamento. È quella stessa linea che dovrebbe trattare le persone di colore con meno rispetto delle loro controparti caucasiche.

La linea non è stata cancellata perché abbiamo un presidente nero. In effetti, per molti ha aumentato il senso di paura, e in altri la rabbia e l'odio estremo. Le relazioni razziali, nel 2009, continuano ad essere un porcile agli occhi dell'America. Un porcile che non può essere ignorato.

In una terra in cui celebriamo e combattiamo per la nostra libertà di parola e il diritto a braccia nude, molti sentono il contraccolpo di un mondo che non può e spesso rifiuta di accettare il cambiamento. Sì. Ognuno ha il diritto di credere a ciò che vuole. Per dire quello che vogliono. Ma dove si disegna la linea e si intensifica quando la convinzione o il diritto di parola di qualcuno, vomitando odio e disprezzo; mette in pericolo la vita di persone innocenti?

Ogni giorno le persone devono affrontare delle scelte in questo mondo. E quelle scelte fatte hanno conseguenze anche per altre persone. Lo storico simbolismo di avere un presidente afroamericano non si è perso nei milioni di ragazzini che devono ancora essere contaminati o sfiniti dalla crudeltà, [di quelli che si definiscono adulti], può spesso infliggere.

Per molti neri, a seconda di dove vivi, hanno visto un aumento del razzismo. Lo stesso si può dire per quelli della fede musulmana. Alcune persone dimenticano che c'erano milioni di persone che non hanno votato per Obama; molti che temevano il pensiero di diventare presidente. Tanto che hanno immaginato un'America di caos e anarchia totale, o Armageddon. E la loro paura lo sta facendo diventare realtà per molti.

La paura è un'emozione pericolosa, ed è ciò che alimenta e continua ad alimentare i semi stessi del razzismo. Alla base, il razzismo si basa sulla paura e sulla paura dell'ignoto. Immerso in esso, il razzismo si nutre di ignoranza e paura; reclutare gruppi di individui che non possono vedere oltre ciò che è allo specchio o ciò che hanno vissuto.

Le relazioni razziali in America sono attualmente in pentola a pressione. Le persone si sentono incerte su cosa dire o fare, per paura di dire la cosa sbagliata o di essere male interpretati. Le cose vengono fraintese, estratte dal contesto. Le persone vengono prese di mira a causa del loro nome o del colore della loro pelle. Le persone innocenti vengono uccise perché nessuno si prende il tempo per verificare la verità.

Nessuno vuole parlare. Nessuno vuole dire la verità su come si sentono o su come vedono le cose, a causa della paura di ritorsioni. Dove si inizia il dialogo? Come si affronta l'argomento tra di loro, coetanei e altri?

Si concorderebbe sulla necessità di un dialogo aperto e onesto. Deve iniziare case, chiese, sinagoghe, moschee, scuole, persino i nostri posti di lavoro. Devono esserci discussioni e forum onesti in tutta l'America. Non possiamo permetterci di chiudere un occhio su ciò che è proprio di fronte a noi.

Deve esserci tolleranza zero per il razzismo. Ciò che si può sentire e credere personalmente è il loro diritto. Ciò che si può dire e praticare è anche il loro diritto. Tuttavia, quando il proprio diritto all'odio, alla rabbia o al bigottismo provoca vittime e rivendica la vita di uomini, donne e bambini innocenti, si perdono i loro diritti.

Più persone chiudono la bocca e camminano su proverbiali gusci d'uovo, cercando di essere politicamente corretti, le cose peggiori diventano e maggiore diventa la frattura tra le razze. L'America potrebbe avere un presidente nero; ma non cancellò l'odio, né il razzismo. È stato davvero fatto un passo da gigante. Ma ce ne sono molti altri che devono essere presi.

COLLEGE KIDS REACT TO RACISM IN AMERICA (Luglio 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Stato attuale delle relazioni razziali in America, Cultura afroamericana, stato attuale delle relazioni razziali in America, ruthe mcdonald, cultura afroamericana, razza, racisim, razza in america, bella, bellaonlie, neri, neri, neri in america