Non piantare mai nel giardino di un'altra donna


Di recente ho avuto una di quelle provocatorie conversazioni multilivello con una tata che ha condiviso questo conflitto personale. Si prende cura di un delizioso bambino di cinque anni, un figlio unico che è principalmente attorno agli adulti e quindi fa intelligenti osservazioni da adulto. Sua madre, il suo datore di lavoro, è un dirigente di grande potenza con un programma intensamente impegnato e un intenso amore per suo figlio. Dalla metà di giugno, calendule, salvie, petunie e begonie languiscono nei loro piccoli contenitori temporanei legati alla radice, morendo per essere piantati nella terra umida e generosa. Il motivo della loro crisi abitativa è che la madre esecutiva è troppo impegnata per piantarli con suo figlio, ma non è disposta a rinunciare a questa attività di legame con la tata che cerca disperatamente di mantenere i fiori vivi nel caldo afoso. La tata li innaffia quotidianamente nella speranza che presto madre e figlio pianteranno. La tentazione è semplicemente piantarli con la sua carica e sorprendere la madre. Certo, la missione divertente, a breve termine, salva-il-fiore finirà male. Quando ha chiesto al suo datore di lavoro se avrebbe dovuto piantarli con suo figlio, la risposta è stata un clamoroso, NO.

La morale della storia non è quella di piantare nel giardino di un'altra donna, anche se ti viene chiesto. Le donne sono creature competitive e piantare per un'altra donna genererà sentimenti indisciplinati anche se sono state sepolte in profondità nel subconscio:
  • Se la donna è malata, risentirà della tua capacità di scavare, agitare il terreno e la pianta, anche se il risultato finale è bello e un raccolto per gli occhi. Ogni volta che si siede nel suo giardino, viene ricordata della sua debolezza e del tuo successo. Puoi anticipare la fine di questa amicizia.
  • Considera che stai sconfinando dove non appartieni. Molto probabilmente imporrai la tua scelta di piantagioni e combinazioni di colori, limitando la sua espressione di sé.
  • Se il giardinaggio è la tua passione creativa, ma non la sua, e tu pianti per lei, ti sentirai sottomesso sulle ginocchia piegate. Lavorando la terra per lei, lei punta il dito, non lavora mai al tuo fianco perché odia sporcarsi. In questo caso sentirai che il tuo ego viene eroso.
Piantare nel giardino di un'altra donna equivale a prendere il controllo e inserirsi nella sua vita come flirtare con il suo uomo o conquistare i suoi figli. Equivale a offrire consulenza contributiva e a intromettersi come una suocera critica, non come una madre che nutre.

Ogni donna ha un giardino segreto anche se non si trova all'aperto o in vaso. Lascia che scopra a modo suo e ai suoi tempi la donna saggia all'interno di chi è maturo, stagionato, ma innocentemente ricettivo. Tuttavia, sentiti libero di condividere talee, scambiare semi e frutti del tuo raccolto.
Per ulteriori informazioni sulla gestione dello stress e sul recupero della tua vita leggi il mio libro, Dipendente dallo stress: il programma in 7 fasi di una donna per rivendicare gioia e spontaneità nella vita. Per ascoltare i programmi radiofonici archiviati con gli esperti ospiti, visita Accendi il tuo spettacolo radiofonico di luce interna

Chi usa i vasi da fiori così, non resta più al verde! (Agosto 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Mai piantare nel giardino di un'altra donna, gestione dello stress,

Morte e poesia

Morte e poesia

libri e musica

Messaggi Di Bellezza Popolari

Sinossi del Ramayana

Sinossi del Ramayana

religione e spiritualità

Ricetta Kolambi Bhath

Ricetta Kolambi Bhath

cibo e vino

Occhi (Langwieser / Scharowa)

Occhi (Langwieser / Scharowa)

hobby e artigianato