Infermiere Self Care Apportare modifiche


Come infermieri ci prendiamo cura dei nostri pazienti e delle loro famiglie, ci prendiamo cura anche di quelli della nostra vita. Molti di noi sono sposati o in una relazione impegnata, possiamo avere figli, nipoti, nipoti o nipoti. Ci preoccupiamo e talvolta per genitori o nonni anziani. Ci preoccupiamo e diamo liberamente ai nostri amici, compagni di chiesa, sinagoga o membri del tempio. Ma spesso lasciamo fuori qualcuno molto importante.

Chi è quella persona molto importante? Sei!

Come infermieri che diamo, ci preoccupiamo, nutriamo, educiamo, spingiamo, consoliamo e facciamo le cose per gli altri e tuttavia lasciamo i nostri bisogni in fondo alla lista. In qualche modo i nostri bisogni vengono usurpati dai bisogni di tutti gli altri e non c'è più tempo per "me". Perché ci mettiamo in fondo alle nostre priorità?

Una teoria è che le femmine sono geneticamente e culturalmente fatte per donarsi. Ci è stato insegnato, consciamente o inconsciamente, che prendersi cura dei propri bisogni è in qualche modo egoistico; che prendersi del tempo per "me" ruba agli altri l'amore, la cura e la cura di cui hanno bisogno da noi.

Gli infermieri sono tutto MA Egoisti! Se non ci prendiamo cura di noi stessi, chi è rimasto a prendersi cura degli altri? Come possiamo essere un modello per la salute quando trascuriamo abitudini sane come dieta, esercizio fisico, rilassamento e sonno?

Studi recenti hanno dimostrato che un numero crescente di infermieri sono sovrappeso, fumano, non mangiano bene, mostrano privazione del sonno e mostrano segni di esaurimento dell'infermiera e sovraccarico di compassione. Sotto stress il nostro sistema immunitario si abbassa e ci rende più suscettibili alle malattie. Molti tumori e malattie autoimmuni sono stati collegati allo stress e al cortisolo dell '"ormone dello stress".

Cosa possiamo fare per cambiare questo per noi stessi, i nostri colleghi infermieri e i nostri futuri infermieri?

Il primo passo è rendersi conto che non dovremmo sentirci in colpa prendendoci del tempo per rilassarci. Quando liberiamo tale colpa siamo aperti alla cura di noi stessi e all'amore per se stessi. Qual è il bonus aggiunto? Le nostre menti e corpi vengono liberati e siamo più capaci di dare e nutrire; ironicamente ci rende infermieri migliori e molto più simpatici con cui stare!

Una volta che ci diamo il permesso di non sentirci in colpa, dobbiamo guardare in profondità dentro di noi e fondamentalmente fare un piano di cura. Quali condizioni croniche hai? Quali fattori di rischio genetico e ambientale hai? Prendi dei farmaci? Quanto dormi? Il tuo modello di eliminazione è normale? Quando è stata l'ultima volta che hai avuto un esame annuale? Se sei ad alto rischio di carcinoma mammario o ginecologico o hai più di 40 anni hai avuto una mammografia di screening? Ricevi regolari pap test? Esegui un esame mensile del seno? Quando è stata completata l'ultima serie di analisi del sangue? La tua dieta è equilibrata?

Mentre esaminiamo il nostro stile di vita, l'uso di una linea guida ci mantiene concentrati. Uno dei miei preferiti personali è una valutazione basata sui modelli di salute funzionale di Gordon. Trova un formato con cui ti senti a tuo agio e trovi quello più utile.

Guarda i tuoi dati come se fossi il tuo stesso paziente. Sviluppa un piano di assistenza infermieristica per il paziente più importante che tu abbia mai avuto - te stesso! Analizza i tuoi dati e dai la priorità alle tue cure infermieristiche.

Scegli un elemento nel tuo elenco di priorità e sviluppa un piano d'azione su come apportare modifiche. Forse hai una forte storia familiare di diabete e fattori di rischio dovuti alle tue abitudini alimentari, al peso e ai modelli di esercizio. Quali una o due cose semplici puoi cambiare?

Forse inizia camminando 5-10 minuti ogni giorno; dopo una settimana fallo due volte al giorno; dopo un'altra settimana fallo 10-15 minuti due volte al giorno. Costruisci fino a camminare 60 minuti al giorno. La grande notizia è che i benefici dell'esercizio sono cumulativi. Non devi esercitare 45-60 minuti in un lungo tratto dividerlo e fare cose semplici come salire le scale, parcheggiare lontano dagli ingressi e camminare. Essere creativo.

Ci vuole poco meno di un mese (28 giorni) per consolidare una nuova abitudine. Aggiungendo semplicemente qualcosa di nuovo ogni mese, avrai aggiunto 12 abitudini sane alla tua vita entro la fine dell'anno (se avessi usato il ciclo di 28 giorni, avresti aggiunto 13 abitudini).

Rendendoci una priorità, non solo miglioriamo la nostra vita, ma modelliamo l'autocura per coloro che ci circondano, compresi i nostri pazienti. Possiamo mostrare al mondo che è essenziale prendersi cura di se stessi in modo da poter vivere una vita migliore fisicamente, emotivamente e professionalmente.

Trovare un ottimo sito per aiutarti a rimanere motivato è facile e sei già a metà strada, guarda qui ElementsOfStyle! Dai un'occhiata ad alcuni dei tanti meravigliosi siti qui; tra cui Low Carb, Vegan, Cooking, Yoga, Meditation e molti altri. Ho alcuni dei siti collegati di seguito, ci sono molti siti meravigliosi, naviga e trova quelli che ti aiuteranno a diventare più sano e più felice.

Consiglio vivamente anche il Dr.Il sito web di Jean Watson, che puoi trovare su:
//www.watsoncaringscience.org/

Making a Guitar | Handcrafted Woodworking | Où se trouve: Greenfield Guitars (Novembre 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Nurse Self Care Apportare modifiche, Infermieristica, cura di sé dell'infermiere, esaurimento, Dr. Jean Watson, cambiamento delle abitudini, modello di comportamento, abitudini sane, sovraccarico di compassione, fattori di rischio, storia familiare, piano di assistenza infermieristica, schemi di salute funzionale di Gordon, esame del seno autonomo, Pap test, mammografia, privazione del sonno, relax, egoismo, me tempo, cura, priorità

Gatchaman

Gatchaman

tv e film