viaggi e cultura

Il ponte suicida di Pasadena

Gennaio 2021

Il ponte suicida di Pasadena


Nel 1912, per migliorare il flusso del traffico, il Colorado Street Bridge, dal punto di vista architettonico, fu costruito sul bordo settentrionale dell'Arroyo Seco, un'ampia pianura alluvionale che separava Pasadena dal quartiere Eagle Rock di Los Angeles. La costruzione non è andata bene; uno dei lavoratori apparentemente cadde nella sua morte nel cemento sotto la struttura. La leggenda urbana sostiene che il suo fantasma non ha mai lasciato il sito, in attesa di una sorta di assistenza per attraversare il mondo dei vivi e dei morti. Mentre rimane da questa parte della barriera, il fantasma chiama gli altri in crisi, tentandoli a ripetere la sua caduta. Due decenni dopo la morte iniziale, la moltitudine di persone che saltava dalla struttura portò al soprannome di "Suicide Bridge".

Il primo suicidio avvenne nel 1919. Durante la Grande Depressione, i giornali si riempirono di storie di coloro che saltarono fino alla morte dopo aver subito una grande sfida finanziaria. Come parte della famosa "Route 66", il ponte era guidato da macchine piene di immigrati provenienti da altri stati, che cercavano disperatamente una vita migliore, alcuni dei quali si arrendevano e balzavano dal ponte al letto del fiume sottostante. Nel 1937, una donna gettò il bambino dall'alto, prima di saltare da sola; a causa di un grande miracolo, la bambina sopravvisse al calvario che uccise sua madre. Nel 1993, la ricostruzione del ponte includeva barriere progettate per prevenire i suicidi; questi aiutarono, ma non bloccarono completamente la marea di coloro che sceglievano la morte in questo luogo pittoresco.

Si dice che gli spiriti di coloro che si sono tolti la vita perseguitano ancora il ponte. Alcuni di loro sono pacifici, se confusi, vagando per la zona; un uomo che indossa gli occhiali e una donna in un accappatoio bianco sono due fantasmi comunemente visti. Altri sono arrabbiati, forse persino vendicativi; grida e urla sono state ascoltate nella notte. I senzatetto che si accampano al riparo della struttura hanno riferito di aver visto ombre insolite e luci danzanti, nonché di aver sentito frasi complete apparentemente pronunciate dagli alberi deserti e dal chaparral. Ricercatori paranormali riportano forti variazioni energetiche sia sul ponte che nel letto del fiume sottostante.

Chi è interessato ad esplorare il ponte può farlo facilmente. Un'estremità inizia appena a ovest del Norton Simon Museum, a ovest dell'incrocio tra Colorado Boulevard e Orange Grove. Il ponte ha una corsia che va in ogni direzione e consente viste pittoresche dal sedile anteriore di un'auto, specialmente di notte quando l'illuminazione dei primi del Novecento offre uno sguardo ai giorni passati. Si può anche percorrere il percorso pedonale, consentendo viste più lunghe e una connessione meno ostruita con la zona. Sentieri escursionistici e sentieri si snodano anche sotto la struttura. Se osi, vai dopo il buio; se dovresti portare una tavola Ouija dipende ovviamente da te - ma tieni presente che molti sostengono che gli avvistamenti sono reali, a volte ferocemente malvagi e che corri il rischio di possedere lo spirito se giochi con i fantasmi. Credi? Il ponte si trova lì, una sentinella per i tristi finali di molti che vivevano e attraversavano la zona.

Il Ponte Suicida di Ariccia (Gennaio 2021)



Modifiche Dell'Articolo: Pasadena's Suicide Bridge, California, Colorado Street Bridge, Arroyo Seco, Pasadena, Eagle Rock, Los Angeles, Suicide Bridge, Norton Simon Museum

Editori delle donne

Editori delle donne

libri e musica

Parole Poesia

Parole Poesia

libri e musica