notizie e politica

Donne e ragazze in combattimento

Dicembre 2020

Donne e ragazze in combattimento


La Commissione per la diversità della leadership militare riferisce che l'attuale divieto di "assegnazione" delle donne (al contrario di "allegato") alle unità di combattimento nega loro l'opportunità di servire "in circa il dieci percento delle specialità occupazionali del Corpo dei Marines e dell'Esercito e quindi è un ostacolo al progresso ”. Se sei americano e usi solo una piccola parte della tua materia grigia, allora sai che“ barriere al progresso ”discriminatorie di genere non sono semplicemente consentite in questo paese. Sospetto che qualsiasi revisione del divieto dipenderà da ciò che costituisce quelle "specialità professionali" e che l'attuale divieto generale verrà modificato per accogliere i soldati coinvolti. Se ritieni che una donna ufficiale incaricata con decenni di servizio non meriti più considerazione di una diciottenne soldata appena uscita dal campo di addestramento, allora c'è qualcosa che non va in te. In ogni caso, è seriamente dubbio che quelle posizioni siano quelle per le quali la diciottenne appena uscita dal liceo, con il desiderio di servire o in cerca di avventura e tasse universitarie sarebbe qualificata per ricevere.

Le femmine in combattimento non sono estranee ai militari. L'argomento del dibattito è l'assegnazione diretta delle donne alle unità da combattimento. Altri paesi assegnano donne alle unità da combattimento e quelle sono certamente meritevoli di studio quando si tratta delle due principali preoccupazioni riguardanti l'incarico USA 1) mancanza di forza e resistenza e 2) il potenziale danno alla coesione dell'unità.

Confido con un piccolo pungolo del Congresso che l'esercito risolverà le cose quando si tratterà di negare l'avanzamento alle donne ufficiali a causa del solo divieto di assegnare l'incarico di combattimento. In questo settore, ci deve essere un cambiamento in quanto il divieto generale ostacola il progresso di donne ben qualificate e meritevoli ed è quindi inammissibilmente discriminatorio. L'esercito degli Stati Uniti è attualmente in grado di vantare una sola donna con il grado di generale a quattro stelle. Ann E. Dunwoody ha ricevuto la sua quarta stella nonostante il divieto di assegnazione di combattimenti che è la solita strada per quel grado. Ha servito questo paese dal 1975 quando è stata incaricata direttamente dopo il college nel Corpo delle donne dell'esercito (sciolto nel 1978) e francamente a causa della sua ovvia dedizione al servizio, non ho assolutamente dubbi sul Cmdr. Dunwoody sarebbe in grado di gestirsi ammirevolmente in qualsiasi situazione di combattimento. Come i suoi coetanei maschi - il suo record rivela la sua abilità nel servizio e il suo record da sola le fa guadagnare una scelta di incarico di combattimento.

Confesso una difficoltà personale quando si tratta di differenziare tra i sentimenti delle famiglie che mandano i figli in situazioni di combattimento diretto e quelli che sono chiamati a mandare le loro figlie. Credo che i sentimenti dei giovani soldati che compongono questi incarichi debbano essere presi in considerazione e ciò richiede assolutamente una considerazione delle differenze di genere. Ogni persona che accetta un'opinione secondo cui le ragazze possono fare qualsiasi cosa i ragazzi possano fare (al contrario delle donne possono fare tutto ciò che gli uomini possono fare) sapendo benissimo che la gioventù è irta di immaturità - non è riuscita a considerare pienamente le implicazioni dell'incarico di combattimento militare al contrario di allegato. In nessun'altra area un impegno cieco verso una prospettiva di uguaglianza femminista percepita può essere più pericoloso.

Sono mal equipaggiato per commentare l'addestramento che un soldato riceve che lo prepara ad affrontare la vita e la morte; uccidere o trattenersi per uccidere; con possibilità di cattura e tortura; con il mantenimento dell'umanità verso un nemico quando un cuore non prova altro che vendetta; quando la natura si presta a una decisione affrettata quando il bisogno di uno può rivelarsi mortale per tutti; né alla forza fisica e alla resistenza emotiva necessarie per adempiere al dovere di un fante. In quest'area, queste decisioni sono meglio lasciate a coloro a cui la guerra è la loro professione. Non è questa l'ultima ragione per i militari? Per proteggere qualunque costo della vita? Mentre alcune delle argomentazioni contro l'incarico di combattimento possono sembrare offensive e arcaiche - forse rimane qualcosa dei sentimenti che proviamo nei confronti delle donne e dei maschi che la società americana moderna sembra così intenzionata a cancellare: “il pubblico americano non tollererà che le sue ragazze tornino a casa in sacchi per il corpo. ”Tuttavia, questa affermazione ti colpisce è la premessa da cui deve provenire la tua ponderazione sulla questione.

E così, poiché dubito seriamente che verrà un giorno americano nella mia vita in cui ragazze e ragazzi richiederanno incarichi di combattimento diretti (e questi incarichi sono richiesti) - Sono dell'opinione - rendila migliore per i ragazzi che compiono il combattimento ruoli esclusivamente in virtù del loro genere. Se i militari dovessero mai decidere di forzare gli incarichi di combattimento, il tenore dell'argomento cambierà sicuramente.

Allo stesso modo, quando le donne militari si sono comportate in modo accurato come i militari - non ci deve essere una politica discriminatoria che influisca sul loro progresso.

Osi dire che non c'è differenza tra una ragazza e una donna?

Donne e arti marziali (Dicembre 2020)



Modifiche Dell'Articolo: Donne e ragazze in combattimento, Questioni femminili, Gina Cowley, incarichi di combattimento, attaccamento al combattimento, diversità militare, parità di diritti in campo militare, guerra, Donne e ragazze in combattimento, donne in guerra,